Gravina di Catania, ritorna il cinema breve di Via dei Corti

Autore:
Redazione
23/05/2022 - 22:42

Dal 26 al 29 maggio ritorna Via dei Corti, prestigioso festival cinematografico siciliano che anche quest'anno vedrà tantissimi appuntamenti, ospiti, proiezioni ed il concorso internazionale di cortometraggi.
Il programma della nuova edizione della kermesse è stato presentato qualche giorno fa presso il Municipio del Comune di Gravina di Catania (CT), alla presenza del sindaco Massimiliano Giammusso, dell’assessore al Turismo, Sport e Spettacolo, Franco Marcantonio, del direttore artistico della manifestazione, Cirino Cristaldi, e della presidente dell’Associazione Gravina Arte, Marcella Messina.
L’appuntamento con il ricco calendario in programma sarà dunque dal 26 al 29 maggio nel meraviglioso e suggestivo Parco Borsellino, ma non solo. La direzione organizzativa dell’evento ha presentato al pubblico gli ospiti, le proiezioni, gli incontri e le premiazioni che arricchiranno il programma della manifestazione. Saranno presenti i protagonisti della serie televisiva Màkari: Ester Pantano e Domenico Centamore che ritireranno il Premio Film in Sicily alla Serie TV e che giorno 26 maggio (ore 18) presso il Centro Commerciale Katané di Gravina di Catania, sponsor principale della manifestazione, saranno protagonisti di una masterclass che verrà moderata dal regista Rosario Scuderi.
Tra gli altri riconoscimenti assegnati ricordiamo almeno il Premio Città di Gravina che andrà all’attrice catanese Vitalba Andrea, il Premio Via dei Corti - Astro Nascente che verrà ritirato dalla giovane attrice pugliese Angela Curri ed, infine, il Premio Via dei Corti - Una Vita per il Cinema che è stato assegnato alla giornalista e critica cinematografica Ornella Sgroi. Anche quest’anno, poi, grazie alla collaborazione con Globus Television e con il suo direttore Enzo Stroscio, sarà consegnato il Premio Globus – Via dei Corti per la Valorizzazione del Territorio a Emma Cecala.
Il direttore artistico, Cirino Cristaldi, ha così commentato la scelta dei premi: «Sono stati due anni molti impegnativi. Mi sembra doveroso continuare la nostra opera di valorizzazione del lavoro di chi sta nel settore del cinema. Per questo motivo abbiamo voluto consegnare questi premi a personalità che si sono distinte per l’impegno profuso nell’attività culturale».
Va ricordato che il clou di Via dei Corti è costituito soprattutto dal concorso internazionale di cortometraggi che ha visto come da consuetudine la partecipazione di tantissimi lavori provenienti da tutti i continenti.
Si menzionano, inoltre, i due cortometraggi vincitori della Sezione CineMigrare, in partnership con l’omonimo Festival: Come a Micono (Italia) di Alessandro Porzio e Il seme della speranza (Italia) di Nando Morra.

 

Via dei Corti è realizzato dalle associazioni Gravina Arte e No_Name, con il patrocinio del Comune di Gravina di Catania

 

Di seguito tutti i finalisti delle varie sezioni. 

Concorso Internazionale
3 Sleeps, Inghilterra, Christopher Holt
Watany - My Land,  Spagna, Joan Pauls
Insieme, Italia, Lorenzo Sepalone
Perla, Italia, Alessandro Porzio
B-52, Italia, Flavio Nani
Feeling Through, USA, Dough Roland
The Time After, Italia, Vladimir Di Prima
Dio esiste, Italia, Antonio Benedetto
Covid Love, Olanda, Rene Nuijens
Faleminderit, Lussemburgo, Nicolas Neuhold
La Banyera, Spagna, Sergi Martí
Free Room, Italia, Noemi Sava
Paolo e i suoi angeli, Italia, Giulia Galati
Dream, Italia, Davide Vigore
Survivers, Spagna, Carlos Gomez-Trigo
Gli atomici fotonici, Italia, Davide Morando
Verdiana, Italia, Elena Beatrice, Daniele Lince
Onolulo, Italia, Iacopo Zanon
Mousie, Inghilterra, David Bartlett
Exam, Iran, Sonia K. Hadad

Animazione
Mila, USA, Cinzia Angelini
Piccolino, Spagna, Giovanni Maccelli
Framed Memories, Malesia, Mclelun Lee
Nonno Matteo, Italia, Fabio Teriaca, Juan Pablo Etcheverry
Turtle Bay, Francia, Océane Lavergne, Léo Depoix, Yann Laurent, Pierre Cilluffo, Lucas Durot, Florent Pertoldi
Migrants, Francia, Hugo Caby, Antoine Dupriez, Aubin Kubiak, Lucas Lermytte, Zoé Devise
Ennui, Francia, Timothey Delhaize, Alexis Maerten-Lammin, Gabriel Richaud, Aurélia Tron
Ian, A Moving Story, Argentina, Abel Goldfarb

Documentari
Oltre il R.I.N.G., Italia, Riccardo Vinciguerra
La conversione, Italia, Giovanni Meola
From Trash to Treasure, USA, Iara Lee
SkateParkItaly, Italia, Chiara Francesca Longo
Rust, Polonia, Rafal Malecki

 

In copertina: Foto di Christian Wiediger on Unsplash

 

Leggi anche i seguenti articoli
www.ilpapaverorossoweb.it/article/scrittrici-e-poetesse-di-sicilia-dei-corti-adas-celebra-la-letteratura-al-femminile
www.ilpapaverorossoweb.it/article/dei-corti-il-31-dicembre-il-cinema-breve-sarà-online

 

crowfunding adas

clicca e scopri come sostenerci