Cannoli e Passito per celebrare i sapori della Sicilia. Ecco la moneta della Zecca

Autore:
Redazione
17/04/2021 - 04:04

Ceramica, cannoli, un bicchiere di Passito, ma anche il Tempio della Concordia ed una versione stilizzata (forse un po’ troppo) del Teatro Antico di Taormina. Una serie di elementi che ritroviamo tutti insieme in una moneta celebrativa da 5 euro creata con l’obiettivo di celebrare le bellezze sia artistiche che enogastronomiche della Sicilia. 

La moneta, coniata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, fa parte della Serie Cultura Enogastronomica Italiana e, più in generale, appartiene alla Collezione Numismatica 2021 che si compone di quindici soggetti ispirati a storia, arte, sport, scienza, natura ed eccellenze enogastronomiche italiane (oltre a quella sulla Sicilia, troviamo una moneta che magnifica l’Emilia-Romagna attraverso i tortellini, il parmigiano reggiano ed il Lambrusco).

Le tematiche scelte per la Collezione 2021 vogliono, in buona parte, rappresentare un sentimento di unione e coesione nazionale che trova espressione nella celebrazione di personaggi, avvenimenti storici ed artisti simbolo della nostra tradizione e della nostra cultura imprenditoriale, ma anche nella gratitudine nei confronti di chi, nell’ultimo anno segnato dalla pandemia di Covid-19, ha messo senza riserve la propria professionalità al servizio della collettività. È presente, pertanto, una moneta dedicata alle professioni sanitarie, dal valore di 2 euro e destinata anche alla circolazione ordinaria, a testimonianza del riconoscimento della collettività nel periodo dell’emergenza. La creatività e il genio italiano, riconosciuti in tutto il mondo, vengono esaltati dalle emissioni dedicate a Dante Alighieri, Caravaggio, Grazia Deledda, Antonio Meucci ed Ennio Morricone.

Ritornando alla Serie Enogastronomica e, in particolare, alla moneta dedicata alla Sicilia, ci sembra giusto ricordare che la emissione di questa moneta (12.000 esemplari in tutto) è frutto del lavoro della nota medaglista Maria Carmela Colaneri e rappresenta la prima occasione in cui la ceramica siciliana viene riprodotta in una moneta della nostra Repubblica.

Scendendo nei particolari, sul "dritto" della moneta troviamo due cannoli siciliani e un bicchiere di Passito in primo piano su una decorazione che, secondo la descrizione fornita dal sito dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, dovrebbe essere tipica della ceramica di Caltagirone (a dire il vero, però, la decorazione, agli occhi di più esperti, non appare in linea con quella della Tradizione ceramica di Caltagirone) e una colonna tortile barocca con capitello corinzio ispirata dall’interno della Chiesa Madre di Palazzolo Acreide. Nella composizione, ad arco, le scritte “REPUBBLICA ITALIANA” e “SICILIA”, separate da un’onda del mare stilizzata; in basso, a destra, il nome dell’autore “COLANERI”. 

Sul "rovescio", invece, troviamo una composizione di elementi rappresentativi della Sicilia: il Tempio della Concordia della Valle dei Templi di Agrigento, il Teatro Antico di Taormina stilizzato, un ramo di mandorlo, un’onda del mare e la Triscele, testa femminile con tre gambe piegate, simbolo della Sicilia  che campeggia sulla bandiera siciliana. In alto, a giro, la scritta “SAPORI D’ITALIA” e il valore “5 EURO”; a sinistra, “R”, identificativo della Zecca di Roma; in basso, l’anno di emissione: “2021”.

L'auspicio  che noi facciamo è che la moneta susciti la voglia di recarsi in viaggio in Sicilia, terra ricca di Cultura eTradizioni: un invito allettante per il turista che desidera soddisfare la vista e il palato.

 

Immagine di copertina: Pixabay

 

Per saperne di più

www.ipzs.it

 

crowfunding adas

clicca e scopri come sostenerci